Un buon cappuccino

Sebbene poche volte gusto e scienza si incontrino, mi piacerebbe capire qual è il segreto, qual è la ragione, per cui certi cappuccini (Starbucks, Café Rouge) sono orribili, altri (Caffé Vergnano, Ismail) sono fantastici.

Tra parentesi, osservo che la realtà commerciale britannica mi porta a fare qualcosa che in Italia non farei: dare un nome a un cappuccino in base all’appartenenza  del bar a quella o quall’altra catena.

Fintantoché la differenza si limita al solo caffé, ci arrivo. So fare un caffé buono e capisco perché un caffé cattivo è cattivo. Ma il cappuccino è un altro discorso, più complesso. Vorrei vedere di capirci qualcosa…

Cappuccino

Although a few times taste and science meet, I wish I knew the secret, the reason, for some cappuccinos (Starbucks, Café Rouge) are horrible, some are fantastic.

Incidentally, I observe that British commercial scene leads me to do something that in Italy I would not do: naming a cappuccino after the bar’s belonging to this or that chain.

As far as the difference is limited to the coffee, I get it. I know  how to do a good coffee and I understand why a bad coffee is bad. But cappuccino is another matter, more complex. I would like to understand.

The above picture is also available on iStock.

If you find this post of value, you may support my site by using these Amazon affiliate links for your shopping: Amazon UK and Amazon.com
Se questo articolo ti piace, sostieni il sito acquistando da Amazon tramite questo link: Amazon IT

One Thought to “Un buon cappuccino”

  1. Anonymous

    Credo che l’unico mdo per capirlo e prendere e preparare il cappuccino con la stessa frequenza con cui si prende il coffe!

Comments are closed.